Categorie
Persone e storie Strumenti Utilità

11 consigli per lavorare da casa

Smart working, lavoro remoto, telelavoro, lavoro liquido sono alcuni dei termini che indicano una cosa in realtà molto semplice: lavorare da casa o da dove si vuole. Insomma, non dall’ufficio.

In questi giorni sono tutti un po’ interessati al lavoro da casa. La ragione? Coronavirus. Come immagino saprete, questo virus e le precauzioni che istituzioni ed aziende stanno prendendo stanno imponendo di limitare la presenza in luoghi di aggregazione. Naturalmente ecco che viene molto utile lavorare da soli (o per lo meno dove si spera di non essere contagiati), ad esempio in casa.

Il fatto poi, con la chiusura delle scuole, che se si hanno bambini a casa un adulto deve essere presente, quindi non può andare in ufficio e lavorare da casa è l’unica soluzione.

Dato che lavoro in smart working (da casa, dalla barca, da ovunque) da un bel po’, ho pensato di raccogliere alcuni consigli in questo video che ho postato sul canale Youtube Strategia eCommerce.

Ecco un riassunto dei consigli, per tutti i dettagli guardate il video.

Connessione a internet

Se è una connessione fissa, è bene interrompere mentre si lavora altri servizi che la possono usare parecchio, come Netflix.

Se è una connessione mobile, prepararsi al fatto che può essere congestionata, ed eventualmente disconnetterla e riconnetterla se non va. Evitare di scaricare file di grandi dimensioni per non consumare la disponibilità di GB.

Ambiente di lavoro

Trovare una angolo della casa da deputare a luogo di lavoro. Avvisare gli altri che sono in casa che quella è la nostra zona, nel momento in cui stiamo lavorando, chiedendo di non disturbarci.

Strumenti di lavoro

Il computer, meglio se laptop, è una soluzione ottima e diffusa. Anche dal solo smartphone si possono fare moltissime operazioni di ordinaria amministrazione.

La posta elettronica dovrebbe essere usata in cloud (non POP3 ma IMAP su Outlook) oppure con servizi come Gmail, GSuite o similare. Per chi lavora in grandi aziende le piattaforme di mail e collaborazione aziendali sono perfette.

Servizi cloud per i documenti

Per gestire i documenti sono inestimabili servizi come Google Drive (o la sua versione a pagamento GSuite). Anche Dropbox o tanti altri vanno benissimo.

Videochiamate

Google Hangout, Skype, Google Meet o altri sono fondamentali per dialogare, vedersi, collaborare, condividere il documento su cui si lavora e altro.

Luogo per la call

Per una videochiamata efficace è importante lavorare in un punto della casa con uno sfondo neutro, per rispetto di chi partecipa alla chiamata.

Programmare telefonate e videocall

Calendly può essere utile per permettere a chi deve parlare con noi di programmare telefonate e videochiamate.

In generale è possibile programmare tutte le telefonate anche con un preavviso di pochi minuti per essere in grado di gestire l’ambiente domestico di conseguenza.

Prendersi delle pause

Lavorare a casa spesso distrae meno che stare in ufficio e si tende a stare troppo fermi. Prendete delle pause, alzatevi, muovetevi.


Per gli altri consigli e tutti i commenti, ti invito a guardare il video!

Di Emilio Lodigiani

Emilio crea il suo primo sito web nel 1998, e da allora non toglie le mani dalla tastiera. Nel 2008 crea la prima applicazione sul cloud e lavora su piattaforme eCommerce dal 2012. Nel 2015 fonda la Tunca con l'obiettivo di integrare strategie di marketing e tecnologia.